Cell: 366 234 5619 | e-mail: info@seb-verifiche.it

S.E.B.

Progettazione Impianti Elettrici

Lo Studio Elettrotecnico Ballabio è in grado di progettare impianti elettrici civili e industriali. 

Alcuni aspetti fondamentali di un impianto elettrico sono la sicurezza, il risparmio energetico, il corretto dimensionamento dei cavi, ed è proprio nella fase di progettazione in cui bisogna tener conto di questi fattori, in modo da poter avere un impianto elettrico a regola d’arte e in grado di durare negli anni. 


  • Progettazione di Impianti Elettrici di Bassa e Media tensione.
  • Calcoli e dimensionamento condutture ed apparecchiature.
  • Direzione lavori.
  • Stesura computi e relazioni tecniche
  • Verifiche e collaudi impianti
  • Verifiche e collaudi quadri Bassa Tensione (b.t.)
  • Verifiche e collaudi quadri Media Tensione (M.T.).
  • Studio , progettazione e coordinamento della selettività su sistemi di protezioni in Media Tensione


  • Quando è obbligatorio un progetto?

    Il progetto di un impianto elettrico è obbligatorio, secondo quanto regolamentato dal Decreto Ministeriale 37 del 2008 nei seguenti casi:

    a) impianti elettrici, di protezione contro le scariche atmosferiche e per l’automazione di porte, cancelli e barriere, per tutte le utenze condominiali e per utenze domestiche di singole unità abitative, aventi potenza impegnata superiore a 6 kw o per utenze domestiche di singole unità abitative di superficie superiore a 400 mq;

    b) impianti elettrici realizzati con lampade fluorescenti a catodo freddo, collegati ad impianti elettrici, per i quali è obbligatorio il progetto e in ogni caso per impianti di potenza complessiva maggiore di 1200 VA resa dagli alimentatori;

    c) impianti elettrici, di protezione contro le scariche atmosferiche e per l’automazione di porte, cancelli e barriere, relativi agli immobili adibiti ad attività produttive, al commercio, al terziario e ad altri usi, quando le utenze sono alimentate a tensione superiore a 1000 V, inclusa la parte in bassa tensione, o quando le utenze sono alimentate in bassa tensione aventi potenza impegnata superiore a 6 kw o qualora la superficie superi i 200 mq;

    d) impianti elettrici relativi ad unità immobiliari provviste, anche solo parzialmente, di ambienti soggetti a normativa specifica del CEI, in caso di locali adibiti ad uso medico o per i quali sussista pericolo di esplosione o a maggior rischio di incendio, nonchè per gli impianti di protezione da scariche atmosferiche in edifici di volume superiore a 200 mc;

    e) impianti radiotelevisivi, relativi agli impianti elettronici in genere quando coesistono con impianti elettrici con obbligo di progettazione;

    f) impianti di riscaldamento, climatizzazione, condizionamento e refrigerazione, dotati di canne fumarie collettive ramificate, nonchè impianti di climatizzazione per tutte le utilizzazioni aventi una potenzialità frigorifera pari o superiore a 40.000 frigorie/ora;

    g) impianti del gas, relativi alla distribuzione e l'utilizzazione di gas combustibili con portata termica superiore a 50 kw o dotati di canne fumarie collettive ramificate, o impianti relativi a gas medicali per uso ospedaliero e simili, compreso lo stoccaggio;

    h) impianti di protezione antincendio, se sono inseriti in un’attività soggetta al rilascio del certificato prevenzione incendi e, comunque, quando gli idranti sono in numero pari o superiore a 4 o gli apparecchi di rilevamento sono in numero pari o superiore a 10.